La tradizione vuole che nel partire per la Francia, il Santo si recasse a Paola per salutare la sorella Brigida. Questa presagendo che non sarebbe più ritornato in Calabria, gli chiese qualcosa di suo come ricordo. Non avendo nulla da offrirle il Santo si staccò un molare e gliene fece dono. In seguito alla Beatificazione del Santo, il dente fu donato dalla stessa Brigida al Convento di Paola.
Si narra ancora che il molare si spaccò al bacio di una nobile signora di facili costumi; tale prodigio ne produsse la conversione.