La tradizione vuole che in questa pentola, per rimediare alla dimenticanza di Frà Giovanni da San Lucido che aveva posto l'utensile sulla cucina ma senza accendere il fuoco, il Santo con il solo segno della Croce, fece cuocere una minestra di fave da offrire agli ospiti che lo aiutavano nella costruzione del Convento.