scrittaultima

Progetto Africa

  1. Maison Saint François de Paule
  2. Progetti
  3. Testimonianza
  4. Contatti
  5. "Basta poco"

africa1La “Maison Saint François de Paule”, è una piccola realtà conventuale appartenente alla più grande Famiglia Religiosa dell’Ordine dei Minimi fondato nel XV sec. da San Francesco Di Paola. Essa essenzialmente si costituisce come giovanissima comunità missionaria attivamente presente (purtroppo ancora in locazione) da circa cinque anni nel territorio camerunense e più precisamente nel quartiere periferico “Messamendongo” di Yaoundé, capitale del Cameroun.

I Minimi presenti nella comunità, si occupano primariamente della formazione umana, intellettuale e spirituale dei giovani religiosi che affrontano gli studi universitari e di quanti intendono vivere un’esperienza d’intensa spiritualità alla scuola dell’Eremita di Paola.

Oltre ad essere animata da attività prettamente ecclesiali e dall’incessante cura pastorale dei fedeli, la “Maison Saint François de Paule”, si contraddistingue per la sua attenta e costante solidarietà rivolta a chiunque bussi alla porta del convento e in modo particolare verso gli abitanti del quartiere ove la comunità esercita la sua missione caritativa. Il mandato missionario della comunità Minima in terra camerunense – quasi interamente sostenuto con le proprie sole forze economiche - ha la concreta e costante pretesa di essere quotidianamente attuato in precisi servizi sociali e in continue opere di carità.

acquaalimentiApprovvigionamento d’acqua potabile e di viveri

Ogni giorno, si dà – in particolar mondo ai numerosi abitanti del quartiere – l’opportunità d’attingere acqua al pozzo realizzato dalla comunità e di ricevere (specialmente al “ repas de dimanche” ) qualcosa da mangiare.

 

 

scuolacIstruzione caritativa

La comunità missionaria dei Minimi, sensibile al dramma dell’indigenza materiale ma soprattutto alla piaga sociale della povertà culturale, offre a chi è impossibilitato per motivi economici, il totale o parziale pagamento della quota annua d’iscrizione alle scuole di base e tutto ciò che occorre per sostenere gli studi accademici.

E ancora, ai giovani e ai ragazzi che lo desiderano, la comunità dona l’occasione di partecipare al corso pomeridiano “le cour de repétition” tenuto dai religiosi.

 

calcioAttività ludico-educative

I religiosi Minimi, avendo a cuore la salute e l’educazione dei tanti bambini e ragazzi del quartiere, i quali trovano nella comunità una casa accogliente e un ambiente familiare, danno a loro la gioiosa possibilità d’intrattenersi in numerose attività ludico - educative come ad esempio:

  • giocare nella piccola squadra di calcio “football club Charitas” fondata e seguita dai religiosi della comunità,
  • prendere parte agli incontri di formazione all’interno del gruppo giovanile “La jeunesse de Saint François de Paule”,
  • partecipare ai corsi di canto liturgico.

 domenicopudia«Allora chiamò a sé un bambino, lo pose in mezzo a loro e disse: In verità io vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come bambini, non entrerete ne regno dei cieli. Perciò chiunque si farà piccolo come questo bambino, costui è il più grande nel regno dei cieli».(Mt 18, 2 - 4)

Il versetto biblico sopra citato mi è di grande aiuto per cercare di descrivere la mia esperienza missionaria in Cameroun nella comunità formativa Maison Saint François de Paule.

Per servire il Vangelo occorre essere disponibili ad abbandonare i propri affetti, le proprie abitudini, la propria cultura per accoglierne e sposarne un’altra, spesso molto distante. Servire il Vangelo significa accettare di ritornare bambini, cioè riscoprire l’originaria esperienza di essere liberi nel trovarsi in tutto dipendenti dall’altro, per apprendere passo dopo passo tutto quello che una nuova realtà umana e spirituale ti vuole generosamente donare.

Proprio con la disposizione d’animo dei bambini, il 2 marzo 2015 sono arrivato in Cameroun e mi sono lascito prendere per mano dalla giovane e promettente comunità missionaria, che con grande gioia e spirito fraterno m’ha accolto, sostenuto e incoraggiato, in tutto e per tutto, fino alla fine del mio soggiorno in terra d’Africa (19 agosto 2015).

Non ho mai percepito la semplicità e la povertà che si vivono nell’ambiente conventuale della nostra comunità minima in Cameroun come problemi insuperabili, anzi, li ho accettati come elementi di purificazione necessari per vivere fraternamente in comunità e per testimoniare la radicalità della scelta della vita consacrata in un contesto socioculturale particolarmente difficile e complesso come quello camerunense.

Il classico ma sempre eccezionalmente efficace piano formativo “preghiera - studio - lavoro manuale” proposto con semplicità e serietà dal correttore P. Milan Jura, mi ha fin da subito donato la preziosa opportunità di inserirmi attivamente nella comunità. Ho collaborato nella formazione dei novizi, postulanti ed aspiranti attivando il corso didattico d’italiano, il corso sulla vita dei santi e beati dell’Ordine dei Minimi e ho lavorato alla manutenzione della struttura conventuale e alla cura del piccolo fondo agricolo adiacente al Convento.

La Maison Saint François de Paule, pur essendo una realtà prettamente nata per la formazione di chi aspira a vivere la consacrazione religiosa o di chi ha già professato la Regola dei Minimi, è costantemente aperta ad accogliere i tanti ragazzi del quartiere che bussano alla porta del convento per le ragioni più disparate. A questi giovani, nella più totale semplicità di mezzi e di parole, offriamo la possibilità di essere guidati nell’educazione umana e religiosa. Ed in questo piccolo ma incisivo contesto pastorale che la comunità vive quotidianamente, io sono stato chiamato fin da subito ad occuparmi della guida e formazione del gruppo liturgico dei ministranti.

La precarietà delle condizioni economiche, sociali e culturali, che drammaticamente caratterizza la vita del popolo camerunense e in particolare quella dei ragazzi, mi ha fatto subito prende a cuore l’opera sociale e caritativa che già da molto tempo è posta concretamente in atto dalla nostra comunità, cioè quella di essere il tramite per mezzo del quale ogni bambino che si trovi nell’indigenza economica possa accedere agli studi di base e portarli a compimento.

Animato dalla nobiltà e dall’estrema importanza di questa impegno caritativo, grazie all’aiuto del confratello camerunense Frère Mathieu e dei tanti benefattori italiani, abbiamo creato un vero e proprio ponte solidale tra l’Italia e il Cameroun per mezzo del quale piccoli ma preziosi contributi economici aiutano non pochi ragazzi a iniziare o a continuare il proprio itinerario di formazione scolastica.

Queste sintetiche parole non possono assolutamente riassumere un’esperienza umana e spirituale così forte e edificante come quella che io ho lietamente vissuto in Cameroun, ma certamente credo che possano dare un’idea per comprendere le autentiche motivazioni che mi spingono a maturare nel mio cuore la scelta di voler ritornare in terra d’Africa e di donare la mia disponibilità a collaborare ad un progetto a lungo termine per la formazione dei giovani aspiranti e per l’istruzione dei bambini.

Prego instancabilmente il Signore d’aprirmi il cuore e la mente alla Sua volontà e di donarmi ininterrottamente la forza di mettere in atto ciò che da sempre chiede a chiunque è chiamato a seguirlo da vicino:

« Andate in tutto il mondo e proclamate il vangelo ad ogni creatura.
Allora essi partirono e predicarono dappertutto, mentre il Signore agiva insieme con loro e confermava la Parola con i segni che l’accompagnavano».

(Mc 16, 15. 20)

Paola, 23 agosto 2015                                                                                                                                 fra Domenico Pudia

 africalocPer mettersi in contatto con i Padri Minimi della Maison Saint François de Paule:

indirizzo: NOVICIAT SAINT FRANCOIS DE PAULE DE YAOUNDE s/c Maison vice provinciale
                EKOUNOU B.P 185 c/268 Procure de Yaoundé CAMEROUN

E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
           Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Per informazioni e per aderire al progetto:
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Tel.  0982.582518

 

bastapoco

next
prev

 

DIRETTA LIVE